Sono attualmente 35 le cittadelle sparse nei cinque continenti, anche se con gradi di sviluppo molto diversi. Si presentano come vere e proprie piccole città moderne, con case, negozi, sale per incontri, centri d’arte, atelier, piccole aziende che contribuiscono al mantenimento degli abitanti, con la loro chiesa, scuole di vita e di spiritualità. Le cittadelle, per lo stile di convivenza che promuovono, possono offrire nuova luce anche alla convivenza nelle grandi città. Sono infatti bozzetti di una socialità nuova la cui legge è l’amore reciproco, legge del Vangelo, con la conseguente piena comunione di ogni ricchezza culturale, spirituale e materiale. Per questa vita che circola, la loro irradiazione nel mondo è stata ed è costante: sono decine di migliaia i visitatori ogni anno.

Scriveva Chiara Lubich: «Nel tempo, queste piccole città hanno ricevuto vari nomi, che evidenziano diverse loro caratteristiche. Per il desiderio di vivervi appieno il Vangelo, sulla base del comandamento nuovo, esse sono state chiamate in vari modi:

Città Vangelo, chi le visita, dovrebbe capire come diverrebbe il mondo se si vivesse il Vangelo.

Città vita, non certo perché si vive una vita qualunque, ma perché, per il reciproco amore, deve splendere in mezzo ad esse Colui che ha detto ‘Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro’ (Mt 18,20). Ed Egli è la Vita!

Città scuola, perché tutto in esse deve essere scuola d’amore: il lavoro, la preghiera, lo studio, l’accoglienza dei visitatori, lo sport, il modo di tenere le case, la maniera di usare i mezzi di comunicazione, l’ecologia vissuta.

Città sul monte, perché, nell’ospitare persone così varie, che formano un solo popolo unito, porzione del popolo di Dio, offrono una luce che deve essere messa sul monte affinché tutti la possano vedere.

Anche se, finora, queste cittadelle sono prevalentemente animate da motivi spirituali, sì da presentarsi come piccole città ‘ideali’, o ‘città celesti’ – come direbbe Agostino – hanno tuttavia degli elementi che fanno prevedere una loro maturazione, sì da farne possibili modelli di moderne città ‘terrene’».

Europa

Africa

  • MARIA MAI (Fontem-Camerun)
  • PIERO (Nairobi-Kenia)
  • VICTORIA (Man-Costa d’Avorio)

Asia

Americhe

Oceania

Annunci